Il comitato per la valutazione del servizio dei docenti

Il comitato per la valutazione del servizio dei docenti, previsto già dall’art. 8 dell’antesignano D.P.R. n.416 del 1974, è oggi disciplinato dall’art.11 del D.Lgs. n.297 del 1994, Testo Unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione.

Presente presso ogni circolo didattico o istituto scolastico, il comitato è formato dal dirigente scolastico, che ne è il presidente, da 2 o 4 docenti quali membri effettivi e da 1 o due docenti supplenti, a seconda che la scuola o istituto abbia sino a 50 oppure più di 50 docenti.

I membri del comitato sono eletti dal collegio dei docenti nel suo seno. Già la O.M. n.267 del 1995 sugli istituti comprensivi, al comma 4 dell’art.3, a proposito del comitato, aveva stabilito che nella “composizione debbono comunque essere presenti docenti appartenenti a ciascuno degli ordini di scuola compresi nell’istituzione verticalizzata”.
Allo stesso modo per la Scuola Secondaria, il D.P.R. n.157 del 1998, “Regolamento recante norme di attuazione dell'art. 1, comma 20, della L. 28 dicembre 1995, n. 549, concernente l'aggregazione di istituti scolastici di istruzione secondaria superiore”, all’art 8, così statuiva: “il collegio dei docenti elegge dal suo seno, ai sensi dell'articolo 11 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, il comitato per la valutazione del servizio degli insegnanti, assicurando per quanto possibile la rappresentanza dei docenti appartenenti alle differenziate tipologie scolastiche della aggregazione.

Esso dura in carica un anno scolastico.

Persona Incarico
Elena Osnaghi Dirigente scolastico (membro di diritto)
Maria Pia Pariani Comitato di valutazione del servizio del personale insegnante